Curriculum e critiche

Curriculum

- Ottobre 2020: Mostra collettiva presso la OnArt Gallery, Firenze
- Settembre/Gennaio 2020: Mostra personale prevista a Sortino (SR)
- Settembre 2020: Mostra collettiva presso Spazio Cima, Roma
- Agosto 2020: Finalista al Premio "Arts in Rome"
- Luglio/Settembre 2020: Mostra collettiva alla Biennale di Acquedolci (ME)
- Luglio/Agosto 2020: Mostra collettiva “Incontemporanea 2020” a Hünibach (Berna – Svizzera) e Santa Lucia del Mela (ME)
- Luglio 2020: 3° classificato Premio D'Arte Internazionale "Giada"
- Maggio 2020: Premio speciale della giuria al I Premio "Ofelia: la purezza dell'Arte"
- Maggio 2020: Diploma Honoris Causa di Maestro d'Arte conferito dal Centro Accademico Maison d'Art Padova
- Maggio 2020: Premio Accademico Pablo Picasso 2020
- Maggio 2020: Premio Alfiere dell'Arte e della Poesia, sezione Pittura
- Aprile 2020: Mostra virtuale “Incontemporanea 2020”
- Aprile 2020: pubblicazione di alcune opere sulla rivista "L'Obiettivo"

- Marzo 2020: Premio Città di New York 2020 "Red"
- Gennaio/Febbraio 2020: pubblicazione opere sulla rivista "τέχνη"
- Dicembre 2019: Ammissione al Premio Pitturiamo a New York
- Novembre/Dicembre 2019: pubblicazione opera sulla rivista "Art Now"

Critiche ricevute

 
 

- marzo 2020
Per l'Opera "Eruzione" (smalto all'acqua su tela 30x25)
Michele Govoni ha scritto su quest'opera:
C’è nell’opera di Pugliares una ricerca nella resa e nella materia.
Cosa intendo per resa e cosa per materia?
Per resa intendo l’aspetto più immediatamente intelligibile dell’opera; quel suo rendersi subito comprensibile, nonostante la non subitanea semplicità.
Ci viene in aiuto il titolo: Eruzione. Ma un’eruzione non è soltanto quella vulcanica che, immagino per “competenza geografica”, non può che affascinare l’artista. Un’eruzione può essere anche qualcosa di profondamente interiore, di decisamente forte e mutante, non soltanto mutevole.
Qui entra in gioco l’aspetto più interiore dell’arte, quello che scava e costruisce, che fortifica e arricchisce.
Come la lava dell’eruzione lascia dietro di sé distruzione e costruzione, così quella dell’interiorità è fuoco e roccia insieme, che ferisce e fortifica.
Sembra dirci questo l’opera di Matteo Pugliares, anche grazie alla ricerca sulla materia. Smalti si affastellano sul supporto pittorico per costruire livelli differenti di lettura, per farsi accarezzare dallo sguardo, per farsi toccare fin nelle profondità più segrete dalle dita del tempo che tutto muta, che tutto realizza.

 

©2020 di matteopugliaresart. Creato con Wix.com

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now